• Italiano
  • Inglese

Domande e risposte

L’unica domanda stupida è quella che non viene fatta.
Verrò obbligata a fare qualcosa?

Certo che no! Ognuno fa solo ciò che desidera e preferisce, nel massimo rispetto di tutti. Però ti consigliamo di venire già con qualche idea su cosa ti piacerebbe fare, così potrai divertirti fin dal primo momento.

Verrò fotografata o ripresa?
Assolutamente no. Nessuno ha motivo di farlo, e la legge è molto chiara sui tuoi diritti di privacy. Se ti piace esibirti, c’è un set fotografico ben delimitato nel quale puoi farti ritrarre da un fotografo professionista.
Sono una grande dominatrice: quanto mi pagate per partecipare?
Neanche un centesimo. Se vieni a Freedomina lo fai per divertirti, non per lavorare. Qui non ci sono “animatrici”, e tutto ciò che accade è sincero e spontaneo.
Sono una donna, ma sottomessa: posso partecipare?
Naturalmente sì! Quando parliamo di ‘dominazione femminile’ vuol dire che questo evento non accetta la partecipazione di uomini dominanti, ma tutti gli altri ruoli sono i benvenuti.
Se vengo da sola, sarò assediata dai singoli?

Lo staff si impegna molto per evitare l’ingresso di persone moleste, e l’atmosfera di solito è molto più rispettosa di quanto trovi in un locale “normale”. Se dirai no    è no… e chi non vorrà capire sarà allontanato dal club.

Se vengo da solo, troverò una partner?
Questo dipende da te. Se saprai presentarti in maniera educata e interessante, sicuramente le occasioni di gioco non mancano…
Troverò abbastanza fetish girl/lesbiche/queer/gruppi/schiavi (o qualsiasi altra categoria ti interessi)?

Questo dipende dagli ospiti stessi. A    Freedomina   partecipa chiunque ami l’eros della dominazione femminile … tranne chi resta a casa aspettando che siano gli altri ad andare avanti e fare gruppo! Il modo migliore per avere la certezza di incontrare il tipo di persone che più ti piacciono è invitarle a partecipare con te.

Non ho mai provato il BDSM. Come posso cominciare?

Qui! A Freedomina  troverai tante persone che saranno felici di aiutarti e rispondere alle tue domande. Se però intanto vuoi documentarti, prova a dare un’occhiata al sito di   Ayzad   e ai   suoi libri. 

È un incontro per scambio di coppie?

No. Anche se chi vuole può organizzarsi per giocare in gruppo o scambiando partner, Freedomina    è un’occasione per fare BDSM. Per il sesso “vanilla” ci sono già tante altre occasioni…

Proprio non si fa sesso, allora?

Mettiamola così: si può fare  anche   sesso, ma nell’ambito dei giochi BDSM e comunque nel rispetto delle altre persone presenti, che probabilmente vorranno usare il locale per fare altro. Se proprio hai un bisogno irrefrenabile di farti una sana, tranquilla scopata, c’è un’ottima area privé fatta proprio per questo.

Ci sono prostitute/i?
Il club non tollera la prostituzione. Chi dovesse esercitarla durante la festa sarà allontanato in maniera definitiva.
Sono una dominatrice professionista. Posso pubblicizzare la mia attività?
No. Freedomina è un’occasione di incontro, confronto e gioco libero. Ogni attività commerciale o riferimento ad esse è rigorosamente escluso è può comportare l’espulsione permanente dall’evento. In compenso puoi essere splendida, farti fotografare ed essere eletta Domina del mese, con tutta la visibilità che comporta.
Ma allora cosa ci fanno delle dominatrici professioniste fra i partecipanti?

Esattamente le stesse cose che fanno tutti gli altri. Partecipano a Freedomina   per amore del BDSM, giocare e ritrovarsi con amici vecchi e nuovi. Qui tutti gli ospiti sono uguali e tenuti a seguire le stesse regole.

È un ambiente in cui gira droga?
Assolutamente no. Oltre a essere illegale, mantenersi lucidi è indispensabile per fare un buon BDSM.
Perché la fate la domenica pomeriggio?
In parte perché in altri giorni e orari il locale ospitava già altri eventi; in parte perché così è possibile partecipare anche se si viene da lontano e il giorno dopo bisogna andare a lavorare la mattina presto.
Perché la tessera costa più che in altri locali?

Il costo leggermente più alto permette al club di offrire una riduzione sul contributo d’ingresso alle donne, servizio guardaroba gratis e di mantenere il prezzo delle consumazioni extra al di sotto a quello praticato dalla media dei locali – oltre che fornire acqua e caffè a costo zero a differenza di quanto avviene altrove.
È comunque possibile entrare con una qualsiasi tessera ARCO, anche se fatta presso altri circoli o locali, ma in questo caso alcuni servizi avranno un costo aggiuntivo.

Perché l’ingresso per gli uomini costa più che per altri eventi BDSM dello stesso locale?
Perché a differenza di altri eventi Freedomina si impegna nel creare le condizioni specifiche per la dominazione femminile senza altri tipi di pratiche a turbare l’atmosfera, e inoltre offre alle signore una serie di servizi in più. Non vorrete mica far pagare tutto questo alle mistress, no?
Il contributo d'ingresso è diverso per genere. Ma allora che razza di uguaglianza è?

Quella permessa dal club che ospita Freedomina. L’Associazione che lo gestisce in effetti voleva mantenere la sua prassi di ingresso omaggio alle donne e chiedere €20 in più agli uomini. Ci siamo battuti per una differenza minore, e questo è il meglio cui potessimo arrivare. A dire la verità siamo piuttosto soddisfatti, perché riflette la differenza di stipendi che colpisce le donne in Italia.

Non ho PayPal. Come faccio a prenotare?

Nessun problema: basta usare una qualsiasi carta di credito o prepagata. PayPal è solo la piattaforma che gestisce i pagamenti, ma per usarla non è necessario avere un account.

E se uso solo contanti perché odio i pagamenti elettronici?

Anche in questo caso la soluzione è semplice: puoi prepagare il contributo per l’evento direttamente sul posto, passando al club da giovedì a domenica fra le 22 e le 5.

Pin It on Pinterest

Share This